Covid, già occupati i letti aggiuntivi a Cona. Due lutti a Ferrara

Al completo i primi otto letti dei ventidue previsti: altri dodici ricoveri con un trasferimento in Terapia intensiva. Sono 150 i contagi rilevati nelle ultime 24 ore

FERRARA. Si fa sempre più complessa la situazione negli ospedali del Ferrarese a causa della progressione dei ricoveri Covid: 12 nella giornata di ieri (6 dicembre) tra cui un trasferimento in terapia intensiva.  Il recente potenziamento di letti Covid a Cona, con i primi otto posti attivati sui 22 previsti, è già stato “consumato” dall’arrivo di ulteriori pazienti (altri quattro sono stati dimessi), e a oggi gli 80 letti complessivi a disposizione sono quasi tutti occupati: al completo il comparto adulti (76 letti, di cui 8 di terapia intensiva), un solo letto libero dei 4 dell’area pediatrica. Occupazione piena anche per i 18 posti di Medicina Covid a Cento mentre la Lungodegenza Covid dell’ospedale del Delta conta otto degenti su 10 letti.

Cresce dunque la pressione sulle strutture ospedaliere, così come l’elenco delle vittime connesse al Covid: ieri è morta una donna di 88 anni di Ferrara e oggi un uomo di 92, sempre di Ferrara, ricoverati entrambi da giorni al Sant’Anna.

Sono 150 i nuovi contagi rilevati (di cui 59 sintomatici) analizzando 632 tamponi; di questi 69 riguardano il Comune di Ferrara (con altri 277 esiti negativi), 14 Bondeno (38 i negativi), 10 Argenta (con 18 negativi) e Ostellato (con 8 negativi),  8 Cento (con 77 tamponi refertati complessivamente). Numeri più bassi negli altri Comuni, nessun caso a Vogliera e Masi Torello, nessun tampone refertato a Lagosanto.  Stabile la situazione dei contagi tra il personale delle aziende sanitarie: 3 nelle strutture Asl e 6 al Sant’Anna.

In tutto il Ferrarese si contano 102 casi attivi in più, rapportando i 150 nuovi contagi ai 48 guariti, mentre quasi 200 persone sono entrate in isolamento domiciliare o in sorveglianza telefonica, e altre 281 sono uscite dalla quarantena.

Le vaccinazioni totali sono oltre 610mila, di cui 2.711 effettuate ieri, la gran parte (2.261) terze dosi, ma sono in aumento (145) anche le prime somministrazioni.

In Emilia Romagna la percentuale dei nuovi positivi è del 3,4 per cento con 1.350 nuovi casi su 39mila tamponi.

Sale il numero dei pazienti ricoverati in terapia intensiva (81, +6 rispetto a ieri); 807 quelli negli altri reparti Covid (+28), e ci sono stati altri 10 decessi.

Recensioni

Articoli Correlati