Bed Bath & Beyond è sceso del 27% giovedì mattina

0
19
Bed Bath & Beyond è sceso del 27% giovedì mattina

Giovedì, Bed Bath & Beyond Inc (NASDAQ: BBBY) ha registrato profitti e ricavi inferiori alle attese per il secondo trimestre fiscale. Le azioni della società sono scese di oltre il 25% questa mattina sulla base di una guida accomodante per il futuro.

Le osservazioni del CEO Tritton

Commentando i vincoli della supply chain, il CEO Mark Tritton ha dichiarato:

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato?

Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Le sfide della supply chain senza precedenti hanno avuto un impatto pervasivo sul settore e abbiamo visto aumentare l’inflazione dei costi di mese in mese, soprattutto alla fine del trimestre, oltre i significativi aumenti che avevamo già previsto.

Rendimento finanziario

Bed Bath & Beyond ha dichiarato di aver concluso il secondo trimestre con una perdita netta di 73,2 milioni di dollari che si traduce in 72 centesimi per azione. Nel trimestre dello scorso anno, aveva registrato un utile netto di 217,9 milioni di dollari o 1,75 dollari per azione.

Su base rettificata, il rivenditore di merci domestico ha guadagnato 4 centesimi per azione. Ha generato 1,985 miliardi di dollari di vendite rispetto alla cifra di un anno fa di 2,688 miliardi di dollari.

Secondo FactSet, gli esperti avevano previsto 52 centesimi di EPS rettificati significativamente più alti su 2,059 miliardi di dollari di vendite.

Vendite comparabili

Bed Bath & Beyond ha affermato che le sue vendite comparabili hanno registrato un calo dell’1% nell’ultimo trimestre correlato a un forte calo delle visite ai negozi il mese scorso. In confronto, gli analisti avevano chiesto un calo più ampio dell’1,5% nelle vendite nello stesso negozio.

Orientamento futuro

Per l’intero anno finanziario, Bed Bath & Beyond prevede ora fino a 1,10 dollari di EPS rettificato su 8,1 a 8,3 miliardi di dollari di vendite, inclusi fino a 5 centesimi per azione di EPS rettificato su 1,96 a 2,0 miliardi di dollari di vendite previste nel terzo trimestre.

Il consenso di FactSet per l’intero anno si attesta a 1,51 dollari di EPS rettificato su 8,312 miliardi di dollari di vendite. Gli analisti chiedono 29 centesimi di utili per azione rettificati su 2.021 miliardi di dollari di vendite nel trimestre in corso (Q3).

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito,

eToro



7/10

Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here